Trovare un auto usata: i 5 consigli per non prendere una “sola”

Trovare un auto usata: i 5 consigli per non prendere una

L’esigenza di trovare un’auto usata comporta una ricerca che pone tanti interrogativi, e che potrebbe rivelarsi come un acquisto sbagliato fatto in un momento in cui la fiducia riposta nel venditore o la poca esperienza e conoscenza hanno preso il sopravvento. La mancata valutazione a priori dello scopo a cui dovrà asservire, è il luogo comune in cui si ritrovano tutti quelli che si sono lasciati ammaliare dall’aspetto esteriore senza considerare i criteri costruttivi, cilindrata e relativo sviluppo di cavalli fiscali e kilowattore o la destinazione d’uso a libretto, senza parlare poi dell’accessoristica in dotazione sia basilare che opzionale. Sembrerebbero delle supposizioni banali, ma che costringono a fare i conti con veicoli il cui costo di gestione, inteso come visite sempre più abituali in officina o costi di assicurazione e bollo e consumi di carburante, fanno pentire l’ignaro acquirente abbagliato dal modello o dalla marca e che magari ha sorvolato sul reale stato di conservazione e efficienza. Quando si è in procinto di valutare l’acquisto di un’auto usata cercate di tenere a mente cinque semplici regole che aiutano a non incappare nell’errore di essere superficiali e frettolosi.

1.Fatevi consigliare dall’esperienza e dalla professionalità

Consultare la propria officina di fiducia e cercare di reperire quante più informazioni e opinioni siano possibili sul mezzo che intendereste acquistare, può aiutare ad orientarsi meglio ed eventualmente a dirottare la scelta su altri modelli. Se siete già convinti e tutto quanto appreso in merito è a favore, affidatevi all’esperienza tecnica di un bravo meccanico e portatelo con voi a controllare il mezzo, chiedendo di poterlo provare, in modo da avere un quadro esatto delle condizioni in cui versa ed eventuali migliorie da metter in preventivo. Cercate inoltre di preferire un acquisto da auto rivendite di comprovata professionalità e se possibile vicine al vostro raggio d’azione, in maniera tale da poter instaurare un dialogo più diretto e approfondito.

2.Attenti alle compravendite fra privati

La maggior parte delle occasioni si trova negli annunci fra privati dove, per impellente bisogno di monetizzare o ridurre la visibilità fiscale o anche solo per l’effetivo mancato utilizzo del veicolo, vi è la possibilità di ottenere prezzi più vantaggiosi. Ma attenzione poiché per legge la vendita fra privati non ha nessuna garanzia, inoltre spesso i mezzi vengono presentati impeccabilmente ma in realtà tutti i loro difetti sono stati abilmente celati e taciuti. In questo caso valutate la richiesta che, se oltremodo accattivante, potrebbe nascondere insidie funzionali, d’uso o tributarie differenti da quelle enunciate, e fate ricorso a siti come auto aaannunci, dove potrete facilmente raffrontare sia annunci di privati che di professionisti del settore

3.valutate le caratteristiche

Se le vostre necessità effettive di utilizzo esulano dalle peculiarità del mezzo, seppur incantati dalle forme e dagli optional o dalle performance, orientatevi su tipologie che pur non rispecchiando appieno i vostri sogni siano più consone a quanto in realtà vi serve. Quindi abbiate anche un’idea di chi e quanti saranno i vostri ipotetici passeggeri, poiché ritrovarsi con un mezzo dalle dimensioni eccezionali quando magari si è single potrebbe far scena, ma pesare sul vostro budget.

4.non fermatevi alla prima occasione

La facilità con cui reperire annunci di vendita di auto usate al giorno d’oggi, sia grazie ad internet che con i ripetuti bombardamenti mediatici delle tv private, è un punto a favore per poter confrontare chi offre tanto a poco prezzo a dispetto dell’onestà di chi da il giusto peso e valutazione nella trasparenza di vendere nello stato d’uso effettivo. Cercate di crearvi un carnet di opzioni, rimanendo in un range di prezzo che non si discosti troppo dalla reale quotazione che organi ufficiali o siti specializzati forniscono per quella data marca e modello.

5.valutate tutti i costi accessori

Anno di immatricolazione, cilindrata e destinazione d’uso a libretto, sono i parametri con cui potrete conoscere l’esborso che l’autoveicolo comporterà per assicurazione e bollo. Considerate marca e modello per farvi un’idea dei pezzi di ricambio e dei costi di manutenzione periodica o straordinaria. Inoltre prima dell’acquisto sarebbe buona norma verificare dal numero di targa eventuali aspetti compromettenti e negativi a posteriori, quali eventuali fermi amministrativi o ipoteche iscritte presso i pubblici registri.