CID: cos’è e come funziona

Nel vasto mondo delle assicurazioni automobilistiche sono diverse le cose che si devono sapere: da quali sono quelle meno costose a come funzionano le classi di merito, fino a come fare anche una eventuale disdetta assicurazione auto o come compilare un modulo specifico. Proprio la compilazione di moduli è un aspetto generalmente davvero complicato, soprattutto poi nel caso di incidenti. Come, ad esempio, quando si deve redigere il CID.

Di questo spesso se ne sente parlare, ma non tutte le persone conoscono cosa sia e a cosa serva in realtà. Proviamo a chiarire un pò le idee su questo argomento, in quanto può essere sempre utile conoscere come è fatto questo modulo, come funziona o in che modo si deve compilare e soprattutto in quali occasioni è consigliabile redigerlo. Nella speranza che tale conoscenza non si debba mai mettere in pratica.

La Convezione d'Indennizzo Diretto (CID) o anche definita come Constatazione Amichevole Incidente (CAI) è un modulo che viene rilasciato generalmente dalla compagnia assicurativa, assieme alla documentazione relativa alla polizza sottoscritta, e che si deve conservare in macchina. Tuttavia, nel caso non se ne fosse ricevuto copia, è possibile comunque scaricarne un modulo anche da internet.  

Il CID, in pratica, serve ad un'automobilista per favorire e velocizzare la liquidazione di un sinistro, che ha determinato danni ad oggetti, dovuti ad eventuali collisioni tra due veicoli a motore. Il tutto per riuscire ad ottenere il relativo e pronto risarcimento per il danneggiato, anche nel caso vi sia concorso di colpa. Tuttavia, è bene chiarirlo, questo modulo si può utilizzare soltanto in determinati casi e non in tutti.

Come funziona

Il CID si può utilizzare soltanto nel caso di un sinistro che provochi danni ad uno o più veicoli e non alle persone. Nel caso, invece, ci fossero dei feriti, allora esso non può più essere utilizzato e si devono contattare forze di polizia e naturalmente ambulanza. La sua compilazione deve essere effettuata correttamente, in quanto eventuali errori potrebbero non solo ritardare il risarcimento, ma addirittura metterlo a rischio.

 

Il modulo si compone di diversi fogli, alcuni originali ed altri copie, in cui si chiedono informazioni riguardanti l'ora del sinistro, tipo di veicoli coinvolti, nominativo delle rispettive assicurazioni. Oltre naturalmente ai dati personali dei conducenti, importante è l'area del modulo in cui si può disegnare la dinamica dell'incidente occorso. Tale descrizione è fondamentale per comprendere di chi siano le responsabilità dell'evento.

 

Una volta firmato il modulo da ciascun conducente, il foglio e la sua copia andranno separati, conservati e consegnati alle rispettive compagnie assicuratrici. Naturalmente, basta compilare un solo CID e può essere fornito da uno qualsiasi degli automobilisti coinvolti nel sinistro. Nel caso, la presentazione del modulo alla propria compagnia può essere fatta anche tramite fax oppure mail, se non è possibile la consegna a mano.