Patente automobilistica, ecco come si rinnova

I più distratti o impegnati tendono spesso a dimenticarne la sua scadenza, ma la patente automobilistica va rinnovata, altrimenti si rischia una pesante multa o addirittura anche il suo ritiro. In passato questo rinnovo si svolgeva in maniera del tutto diversa rispetto ad oggi e spesso si faceva riferimento, in caso di dubbi, agli sportelli Aci oppure a quelli della motorizzazione a Milano o Roma o di altre località.

 

Al giorno d'oggi, diversi passaggi burocratici sono stati eliminati e l'avvento dei computer ha semplificato molto le procedure in generale, comprese quelle del rinnovo. Ma come appunto si rinnova la patente automobilistica e quali i documenti da presentare e soprattutto a chi ci si deve rivolgere, quando si è prossimi alla scadenza? Cerchiamo di dissipare tutti questi dubbi e chiarire un pò le idee.

 

Innanzitutto, la scadenza della patente automobilistica di tipo "B" tende a variare in base all'età anagrafica dell'utente. Infatti, fino ai 50 anni essa ha una validità decennale, tra i 50 ed i 70 anni è quinquennale, tra i 70 e gli 80 anni è triennale ed infine biennale oltre quest'ultima soglia. Per il rinnovo quindi si deve prenotare una visita medica di controllo, questa si può richiedere presso un'agenzia di pratiche automobilistiche, una scuola guida, una delegazione Aci o direttamente all'Asl di riferimento.

 

Prima di effettuare questa visita, tuttavia si deve effettuare il pagamento di due bollettini postali: uno del costo di circa 10 Euro ed indirizzato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, l'altro di circa 16 Euro è quanto dovuto come imposta di bollo. Oltre a questi versamenti, al momento del controllo medico si devono presentare la carta di identità, la patente da rinnovare o scaduta, il tesserino del Codice Fiscale e due foto formato tessera.

 

Terminata la visita con esito positivo e la conferma dei requisiti psico-fisici, il medico rilascerà un documento provvisorio valido 60 giorni, che attesta il rinnovo della patente automobilistica, da utilizzare in attesa di ricevere, via posta al proprio domicilio, quella nuova. E' importante sapere che il modulo provvisorio rilasciato non è valido all'estero, di conseguenza non si può circolare con esso fuori dal Paese, fino a quando non si possiede la patente vera e propria rinnovata.

 

Per quanto riguarda i costi, essi sono variabili in base alle modalità con cui si rinnova il documento e agli enti a cui ci si rivolge per effettuarlo. Per coloro che hanno poco tempo e si rivolgono alle scuole guide o ad agenzie di pratiche automobilistiche per prenotare la visita medica ed effettuare l'intero iter, le spese partono dai 100 Euro in poi, escludendo il costo della visita medica.

 

Per chi desidera risparmiare, prenotando e pagando soltanto quest'ultima, le tariffe variano da un'Asl all'altra, comunque si aggirano tra i 30 ed i 60 Euro circa. A queste tuttavia si devono poi aggiungere le spese per bollettini e i costi di spedizione della patente.