da mantenere sempre in condizioni ottimali

Per tenere una vettura in ottimo stato è necessario controllare spesso che tutti i suoi componenti siano perfettamente funzionanti. Le macchine di oggi sono dotate di dispositivi elettronici che avvisano, tramite l'accensione di spie, del mal funzionamento di qualche settore. Ad esempio la mancanza di olio o di acqua nel motore o la particolare usura dei dischi dei freni. Ci sono però dei componenti che si usurano col tempo o che subiscono danneggiamenti esterni.
Questo è il caso dei cristalli auto, indispensabili per poter guidare in modo pratico e sicuro.
Il parabrezza, il lunotto posteriore ed i finestrini devono essere sempre in condizioni ottimali sia per ottenere un'ottima visibilità, sia per evitare salate multe.

Capita, e non così di rado, che del pietrisco colpisca il parabrezza, scheggiandolo in modo lieve o addirittura gravemente.
Nel primo caso sarà sufficiente intervenire tempestivamente con una riparazione. I centri specializzati, gestiti da personale altamente qualificato, applicano una particolare pasta a base resinosa che va a fondersi col cristallo, rimettendolo a nuovo in pochissimo tempo. Quando la crepa è troppa estesa si passa alla sostituzione. Per la delicata natura dell'operazione, è altamente sconsigliato (nonchè vietato) sostituire i cristalli auto fai da te.

Per ottenere un servizio eccelso bisogna affidarsi a centri specializzati in grado di eseguire lavori a regola d'arte. Non è necessario che i cristalli auto usati in sostituzione siano prodotti dalla stessa casa automobilistica.
Esistono infatti cristalli studiati e realizzati da aziende professionali che hanno prezzi inferiori rispetto ai ricambi così detti originali. Quello che è fondamentale è che questi rispettino i parametri di qualità e affidabilità stabiliti dall'Unione Europea.
Affidandoti a centri specializzati potrai sostituire il parabrezza in tutta sicurezza ed in tempi davvero molto rapidi.

Nei centri specializzati di sostituzione dei cristalli potrai facilmente notare che ogni prodotto corrisponde ai criteri prescritti per legge. Ogni vetro prodotto viene marchiato e contrassegnato con delle piccole sigle.
Queste sono un documento di identità nel quale viene indicato prima di tutto se si tratta di un cristallo OEM (Original Equipment Manifacturer) o OEE (Original Equipment Equivalent). Quindi da qui scopriremo già se si tratta di un ricambio prodotto direttamente dalla casa automobilistica o da un'azienda specializzata.

Poi vengono indicati la qualità del vetro temperato, che permette di resistere a varie escursioni termiche, e la presenza della lamina di PVB che permette una maggiore resistenza agli urti.
Un altro parametro da non sottovalutare è dato dal piccolo numero romano che rappresenta la tipologia di cristallo: dal semplice rinforzato detti I, a quello in policarbonato indicato con il IV, fino ai modelli più elaborati, complessi e costosi che hanno subito trattamenti particolari. Quello che non deve mai mancare è la Sigla E'x' seguita dal numero identificativo del paese europeo che ha rilasciato l'omologazione. Questo dato è fondamentale anche per evitare le multe!
Non bisogna mai dimenticare di tenere i vetri ben puliti!