Costi di demolizione per la tua auto: ecco tutte le informazioni di cui hai bisogno

La demolizione delle auto rappresenta l'abbattimento e la distruzione delle vecchie autovetture (spesso si parla anche di rottamazione). L’impresa demolitrice è l'impresa che ricopre la funzione in un determinato ambito. In questo ambito è molto importante lo sfasciacarrozze, luogo dove vengono ritirati e smaltiti i mezzi stradali non più circolanti e in fase di rottamazione a seguito di radiazione dal Pubblico Registro Automobilistico.

I veicoli ritirati vengono spogliati delle parti riutilizzabili e ripuliti dagli oli non riciclabili e dalle batterie per i necessari smaltimenti a norma di legge. Spesso i lamierati e le scocche ancora integre vengono stoccate e vendute a uso ricambio di carrozzeria. Chi vuole demolire un veicolo non deve provvedere in solitario. Da qui si provvede alla cancellazione del veicolo dal P.R.A. attraverso la presentazione della pratica di demolizione. Si consegna al centro di raccolta autorizzato il veicolo da rottamare, la Carta di Circolazione ed il Certificato di Proprietà.

Il certificato di rottamazione

Il centro di raccolta rilascia al proprietario dell’auto un certificato di rottamazione che solleva da ogni responsabilità il proprietario stesso. Inoltre dalla data di consegna del veicolo viene a cessare anche l'obbligo fiscale del pagamento della Tassa automobilistica. È molto importante accertarsi che il demolitore sia in possesso dell’autorizzazione e accertarsi che il centro di raccolta rilasci il certificato di rottamazione.

Resta al proprietario l’obbligo di effettuare la cancellazione dal P.R.A. nel caso di definitiva esportazione all'estero. Il proprietario deve corrispondere gli importi relativi ai costi documentati relativi alle spese di cancellazione dal PRA e di quelli relativi al trasporto. La consegna gratuita del veicolo da demolire si applica per i veicoli immessi sul mercato al partire dal 1/07/2002 e solo a partire dal 1° gennaio 2007 anche ai veicoli immessi sul mercato prima del 1° luglio 2002.

La cancellazione dal PRA

La cancellazione dal PRA viene richiesta entro trenta giorni naturali e consecutivi dalla consegna del veicolo, utilizzando le procedure dello Sportello Telematico dell'Automobilista. Ovviamente non si può demolire un auto nel momento in cui risulti ancora iscritto al PRA.

I centri per demolizioni le auto in Italia sono numerosissimi, e sono un servizio molto utile al cittadino in quanto permettono di procedere allo smaltimento delle auto e alla cancellazione dal registro delle auto.

Demolire l'auto significa infatti andare presso un centro specializzato e provvedere alla distruzione fisica del veicolo.

Smaltimento

Lo smaltimento dei rottami d'auto a partire dal 1997 è stato infatti disciplinato da un particolare decreto legislativo, e dunque per demolire l'auto non è possibile attuare pratiche autonome.

I centri provvedono allo smaltimento dei rifiuti, altamente tossici e inquinanti, e in caso di pezzi in buona condizione possono anche sfruttarli per fornire ricambi ad altre automobili.

Quando ci si rivolge ad un centro di questo tipo, bisogna consegnare tutti i documenti di esistenza dell'auto, ovvero targa, carta di circolazione, certificato di proprietà e documento di cancellazione al PRA richiesto presso un centro ACI o online. Alla consegna del veicolo da demolire, bisogna richiedere un certificato di rottamazione in cui risultino i seguenti dati:

  • nome
  • indirizzo
  • numero di registrazione/identificazione e la firma del titolare dell'impresa che rilascia il certificato
  • autorità competente che ha rilasciato l'autorizzazione all'impresa
  • data e ora di rilascio del certificato stesso e la data e l'ora di presa in carico del mezzo
  • I dati del veicolo.

Una volta ottenuto questo certificato, il proprietario del veicolo è al sicuro da eventuali grane amministrative.

Costi della demolizione auto

I costi per demolire l'auto sono pari a 7,44 euro di emolumenti Aci, più una imposta di bollo pari ad altri 29,24 euro se si dispone del certificato di proprietà; 43,86 euro senza certificato di proprietà.

Riferimenti normativi:

Decreto Legislativo 22/97 "Decreto Ronchi", modificato dal Decreto Legislativo 389/97)

Decreto Legislativo 209/03 (File PDF, 171 KB).

Casi particolari

Qualora il veicolo consegnato alla rottamazione, iscritto al PRA, fosse sotto provvedimento di fermo amministrativo, bisogna comunicare preventivamente al Pubblico Registro Automobilistico di far cancellare il fermo, avendo pagato le somme dovute a chi ha in carico la riscossione del tributo.

Una volta effettuata la cancellazione del fermo, è possibile richiedere la cessazione della circolazione per la demolizione dell'automobile.

Visura

Prima di consegnare l'auto, è bene richiedere presso un ufficio provinciale ACI la visura dell'auto, indicando la targa del veicolo. In questo modo è possibile risalire alle informazioni principali sul veicolo, fra cui appunto la notifica di eventuali fermi amministrativi. Clicca qui per informazioni su assicurazioni auto economiche e convenienti.